venerdì 30 gennaio 2009

Honda RC 212V Pedrosa 2007 by Modeler GP

Una delle Motogp più stilisticamente rivoluzionaria degli ultimi tempi, a mio avviso, è la Honda RC 212 V. In quasi otto anni di esistenza della classe prototipi a quattro tempi, una moto cosi piccola e minuta non si era mai vista!
Il codone minuscolo, un parafango posteriore esteso e la carena che a difficoltà riusciva a contenere tutti gli sponsor erano le caratteristiche salienti della linea fuori dagli schemi di questa quattro cilindri a V.
La RC 212 V, è stata l'arma con cui la Honda ha debuttato nel 2007 nella rinnovata classe Motogp con cilindrata portata a 800 cc, e ricordo che nella stagione 2007 la moto, e il suo "fantino" spagnolo Daniel Pedrosa, sono arrivati secondi in campionato, dietro l'australiano Casey Stoner e la sua Ducati Desmosedici.

La prima realizzazione in scala di questa moto da corsa l'ho scovata sul sito Modelergp, e anche in questo caso possiamo parlare di un'opera d'arte in miniatura. La moto è stata praticamente realizzata dal nulla, e meglio delle mie parole parlano le immagini suggestive, che ritraggono anche delle comparazioni con il modello vero effettuato consultando riviste e rispettando le opportune proporzioni!
Volevo catturare la vostra attenzione su particolari tanto piccoli quanto indici della immensa cura, fedeltà e capacità riproduttiva. Osservate le flangie di attacco dei freni a disco, la colorazione violacea degli scarichi, i piccoli adesivi rotondi sul serbatoio, gli pneumatici slick abrasi, la piccola telecamera posizionata all'estremità del piccolo codino, e anche il diverso colore dei registri della forcella anteriore!!

Dopo la Yoshimura, anche per questa Honda, non posso far altro che rimanere a bocca aperta...
Complimenti al genio che sta dietro questo splendido lavoro!

Francè


















Foto: Modeler GP

2 commenti:

repartocorsenumero6 ha detto...

come sul modello della suzuki yoshimura, anche qui rimango a sognare a occhi aperti.
ma sai chi le costruisce cosi belle? l'artefice?

Francè ha detto...

Anthony il sito è tutto in giapponese, per cui quello che ti dico prendilo con le giuste misure.
In giappone dovrebbe esserci un "campionato" dedicato a questi artisti che si sfidano a colpi di realizzazioni in miniatura e sempre molto curate.
Questa Honda, cosi come la Yoshi che vi ho mostrato un pò di tempo fa sono state realizzate da due persone diverse, che hanno partecipato a questo manifestazione. I giapponesi sono maestri della miniaturizzazione, e sono sicuro, che se questi modellini fossero fotografati da persone molto esperte, pochi riuscirebbero a capire che sono di plastica e non di metallo.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...