venerdì 31 luglio 2009

Roberto Parodi - Il cuore a due cilindri


"...A differenza di coloro i quali non riescono a tenere la stessa moto per oltre due anni e ne hanno almeno tre in garage, personalmente sostengo il principio: una sola donna, una sola moto.
Entrambi gli assiomi sono molto difficili da mettere in pratica.
Per quanto riguarda le donne, cerco di resistere alle tentazioni come un monaco di clausura; dall'altro lato, vi assicuro che quando la mia moto è mezza smontata sul ponte di qualche meccanico e i pezzi non arrivano prima di dieci giorni, il fatto di possedere due moto di rivelerebbe davvero comodo, ma sarebbe un tradimento.

E' incredibile quanto una moto e una ragazza possano assomigliarsi.
Per esempio, mi piacciono quelle che non sono facili da guidare, ma che, una volta capite, sono semplici e sincere.
Quelle che se sei tu a farle partire si accendono subito, ma con gli altri fanno le bizze.
Quelle che una volta accese non le spegneresti più.
Quelle generose, che non si stancano mai, e quelle con cui devi sempre fare attenzione a non abbassare troppo la guardia.
Quelle un pò ribelli, che richiedono polso ed esperienza, ma che quando le cose si mettono male non ti mollano in mezzo alla strada.
Quelle da cui c'è sempre da imparare qualcosa.
Quelle che, quando pensi di averle domate, ti rendi conto che invece sei tu a esserne diventato schiavo.
Di entrambe amo le forme molto femminili e a volte spudorate, mi piace guardarle quando sono in mezzo agli altri e quando esco con loro mi piace che la gente le ammiri.
Amo talvolta stupirle con piccole sorprese; accessori che non aggiungono nulla alla loro bellezza originale ma che ne esaltano le caratteristiche essenziali, perchè il loro stile è sobrio e non ha bisogno di trucchi.
Non le ho scelte casualmente, ma ci sono arrivato poco a poco, dopo tante esperienze, dopo aver provato e riprovato.
Non è stato facile conquistarle, a volte ho rischiato di perderle, di svegliarmi un mattino e non ritrovarle più.
L'amore per le moto e per le donne è unico: per questo ho una sola moto e una sola donna.
Tutte e due pericolosamente simili.
..."







Ringrazio Roberto per avermi concesso la possibilità di riportare il passo del suo libro.

Foto: Threepercenters

5 commenti:

Il Nipote ha detto...

Mmm.....potrebbe essere un buon libro estivo.

Però ne sto finendo un'altro...

gurpsandthetux ha detto...

bel libro... e ora che ho la moto lo capisco sempre più... ;-p

Francè ha detto...

Benvenuto al Cafè, gurpsandthetux!

toofastforu ha detto...

bellissimo stralcio! e che foto! tra i post più belli di questo blog Frà!

gurpsandthetux ha detto...

@Francé: grazie!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...