mercoledì 28 aprile 2010

Ktm RC8 "Ultimate" by Steve Motorcycle Supply

Considero la Ktm RC8 la sportiva di grande serie più originale presente sul mercato e mi dispiace che i motociclisti italiani non abbiano apprezzato le sue linee spigolose disegnate dal noto designer Kiska. Il prezzo elevato, giustificato in parte dall'ottima componentistica, ma soprattutto dall'avere come diretta rivale la bellissima Ducati 1198 - riferimento assoluto tra le twin ad alte prestazioni - sono elementi che indiscutibilmente hanno inficiato sul negativo andamento delle vendite di questa gran bella moto.

Con molto piacere vi presento una versione "Ultimate" della bicilindrica austriaca, scovata in Giappone dal concessionario Steve Motorcycle Supply.
Questa RC8 è davvero molto particolare se la si osserva con un occhio attento ai dettagli. Il look è rimasto invariato e ad un'occhiata fugace l'unico elemento che risalta immediatamente è la splendida colorazione arancio fluo, decisamente più appropriata all'indole racing della moto, rispetto alle livree di serie proposte dalla Ktm.

Ad uno sguardo più attento emergono parti strutturali che gli appassionati del leggerissimo carbonio non potranno non ammirare. Con questo prezioso materiale infatti è stato realizzato un procedimento "di copertura", denominato Protec, che ha coinvolto il telaio, i cerchi, il forcellone, le carene (con il logo RC8 ricavato sotto vernice) e anche i bellissimi piedini forcella!
Il lavoro eseguito è a dir poco meraviglioso ed è stato realizzato dalla Carbon Dry Japan, nome presente anche sulle carene di questa RC8 "Ultimate".

Il sito completamente in giapponese purtroppo non mi permette di entrare nei dettagli, ma devo ammettere che questa bicilindrica non è mai stata cosi attraente come ora!

Splendida!

Francè























Foto: Steve Motorcycle Supply e Carbon Dry Japan

11 commenti:

Littlejohn ha detto...

Anch'io ritengo la RC8 la supersportiva più originale in circolazione, mi piace molto molto.
Questa poi è davvero esagerata...addirittura il traliccio!! A questo punto ho qualche piccolo dubbio sul forcellone: sicuro che siano solo paratie?..dalle foto non è molto chiaro.

Littlejohn ha detto...

Oooops!...ho detto una cagata...si vedono le saldature....come non detto.

Ax-Racing ha detto...

Siciri che non si tratti di un (ottimamente realizzato) rivestimento estetico di telaio, ruote e forcellone ecc ecc ?

solitamente le strutture in carbonio modificano la forma dei particolari in acciaio o allumini che vanno a soastituire proprio per adeguare le caratteristiche di rigidita' e resistenza della fibra nera ai carichi che dovranno sopportare, in questo caso, l'esatta forma degli originali ricalcata, lascia un po' perplessi

ammiro comunque l'opera, ottimamente riuscita e con finiture degne di una parure di gioielli, certe eccellenze spesso ci arrivano dal sol levante

Francè ha detto...

Ax nelle ultime foto all'interno del cannotto riesco a scorgere la trama del carbonio...per me non si tratta di copertura...se qualcuno sa di più parli!

Littlejohn il forcellone è quello di serie, in alluminio. Sono state create delle sovrastrutture in carbonio. Sono accessori che vendono per quasi tutte le moto ;)

Voglio una RC8!

Francè ha detto...

Ops..non è all'interno del cannotto, ma all'interno dei fori ricavati nel telaio ;)

motogio ha detto...

..per me non si tratta di copertura...se qualcuno sa di più parli!

Ciao Francè, è una copertura.

Se guardi, sul sito www.carbondryjapan.com, spiegano come fanno.

In poche parole applicano uno strato di CFRP (Carbon Fiber Reinforced Plastic) e lo mettono in un forno.
;)

Ps rinnovo i complimenti per il tuo blog, che seguo sempre nell'ombra.

Enrico ha detto...

Il carbonio aggiunto per appesantire... una trovata che definirei geniale! :-)

Per il resto la RC8 è una gran bella moto, senz'altro fatta molto meglio della 1198 sia a livello di soluzioni ciclistiche che di finiture... ma il popolo è pecorone e le moto originali non piacciono quasi mai. Ma non vedo nemmeno 'sto pienone di capolavori Ducati...

Francè ha detto...

motogio ho corretto il post! Grazie mille per la precisazione! E' un onore avere lettori attenti e informatissimi! ;)

Enrico hai ragione sul fattore peso...però al bar si può sempre dire che è in carbonio :D

rc6 ha detto...

scusami se entro offtopic, ma purtroppo non ho potuto replicare agli amici che hanno commentato il tuo post sul TT Puglia, per cui ti chiedo scusa ma ci tenevo a replicare di fresco a littlejohn e ad EMSI

..." che pessimismo... io credo che la riuscita di un evento simile sia legato alla disponibilita' di un grosso sponsor.
poi per i meno informati credo che dovrebbero vedere le gare della FMI " 20000 pieghe" categoria MOTORAID. sponsorizzata appunto da Guzzi e montepaschisiena. si svolgono a messina, ma a bergamo, toscana ecc...
vedremo chi ha ragione, sicuramente è dura e richiede sforzo.. in ogni caso farlo come una cosa sterile sarebbe poco...se di mezzo c'è la valorizzazione del territorio il fatto è diverso ed entrano altri interessi, che bisogna solleticare.
ma perche'..qui da noi siete tutti cosi inferiori a messina e toscana? non ho capito...!!
saluti a tutti"

sulla rc8 la reputo una gran moto. senza ma e senza se. per me la presenza del carbonio è assolutamente ininfluente, anche se è bellino. credo che attualmente, la rc8R sia meglio della 1198s.

Littlejohn ha detto...

Anche se parecchio in ritardo vorrei aggiungere qualcosa riguardo al discorso carbonio.
Personalmente non avevo dubitato che il traliccio della RC8 potesse essere in composito perchè gia a metà dello scorso anno lessi un articolo su Motociclismo riguardo un'azienda di Cesena che aveva realizzato un traliccio per il Monster S4 interamente in fibra: la moto venne testata dai tester della rivista che, considerato anche lo stato prototipale, ne parlarono molto bene; il risparmio di peso era di 7,8kg!! Per chi fosse interessato questo è il link: http://www.brbikeresearch.com/DettaglioLavoro.aspx?iid=4

Francè ha detto...

Bravo Littlejohn!

Memore di quella Monster ho pensato che ci potessero essere altri maestri del carbonio sparsi per il mondo...cmq la colpa è mia che visto che non mi sono informato bene!

Per fortuna il grande motogio ci ha permesso di scoprire la verità!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...