mercoledì 22 giugno 2011

Bmw Special by Ritmo Sereno

Nel 2011 la Bmw ha rinnovato la sua naked di punta, la R 1200 R, proponendola anche in un elegante allestimento "Classic" (foto sotto). Questa bicilindrica di classico ha solo la verniciatura ed i cerchi a raggi: l'ABS, il sistema a controllo elettronico delle sospensioni ESA e il controllo automatico della stabilità ASC la rendono una moto tecnologicamente modernissima ed al passo con i tempi.


La gamma della casa bavarese, estremamente ricca, pecca di un segmento "classic" vero e proprio che potrebbe essere colmato ripescando lo splendido motore boxer due valvole pensionato a metà anni '90 e su cui la Bmw ha costruito la sua storia. I presupposti per un successo, a mio avviso, potrebbero esserci tutti.

Un esempio ci viene offerto dall'atelier giapponese Ritmo Sereno che ha realizzato una splendida moto che non sfigurerebbe nella gamma attualedella casa bavarese e che potrebbe venire incontro ai "puristi" del marchio dell'elica, "traditi" da proposte troppo giovani, aggressive ed al passo con i tempi, in cui non si riconoscono più.

La moto che vi mostro in basso, di cui purtroppo non sono riuscito a capire la base di partenza, potrebbe costituire il modello base delle ipotetiche "classic series" caratterizzate dall'assenza di elettronica, dall'alimentazione a carburatori e da un'affidabilità a prova di bomba. Ovviamente dopo la naked, sarebbe il turno di una GS, di una RS e cosi via.
Ripristinando il boxer a due valvole da 980 cc, qualsiasi segmento sarebbe coperto adeguatamente soprattutto in termini di coppia e cavalli.

Nella naked preparata dalla Ritmo Sereno si scorgono ammortizzatore e forcella Ohlins a steli tradizionali (sorretta da nuove piastre e di un insolito colore nero), ruote in lega e pneumatici con misure moderne e freni a disco Brembo su entrambi gli assi. Nuova anche la sella e il faro anteriore.

Notate in particolare la posizione di guida, lo splendido scarico due in uno con terminale a cono e controcono, i carburatori Keihin FCR con filtro a reticella, il serbatoio dell'olio in alluminio e il bellissimo codone monoposto corredato da nuova fanaleria e relativo portatarga.

Quanto sarebbe bello poter guidare una moto cosi?

Francè














Foto: Ritmo Sereno e Bikewalls

3 commenti:

Demonio Pellegrino ha detto...

forse sto dicendo una cavolata immane, ma non e' una R75 di base?

Francè ha detto...

Non mi sembra Demonio. Credo che appartenga alla seconda generazione di boxer con il singolo ammortizzatore posteriore destro.
Ho provato in ogni modo a comprendere il giapponese ma non ci sono riuscito :-/

Fabrizio ha detto...

provate con google translate ;)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...